Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*

La Rete

*
*
*

Le Sedi

*
*
*

Le Attività Svolte

*
*
*

La Maison de la Méditerranée

*
*
*
Le Attività
*
In programma
Svolte per Anno
   1994 - 2010
Svolte per Aree
   tematiche
Elenco generale
Attività delle Sedi
Pubblicazioni
 
* *
Algeri 9 maggio 2006

IXa Edizione - Concerto Euromediterraneo per il Dialogo tra le Culture


Dopo il grande successo della prima edizione del “Concerto” - organizzato nel 2005 dalla Fondazione Mediterraneo per celebrare l’Anno del Mediterraneo, con tappe al Cairo, Otranto, Napoli, Roma, Cosenza, Lussemburgo, Barcellona ed altre città - il Concerto fa tappa ad Algeri, presso il Teatro Nazionale Algerino “Mahieddine Bachtarzi”.

Organizzato dalla Delegazione della Commissione Europea in Algeria e dalla Fondazione Mediterraneo – in collaborazione con il Ministero della Cultura Algerino e l’Ambasciata d’Italia ad Algeri – questo evento vuole dimostrare che grazie alla musica il dialogo diventa realtà ed è possibile superare le barriere sociali e culturali affermando una comune identità mediterranea.

A decretare il successo del Concerto Euromediterraneo per il dialogo tra le culture è stato un pubblico composto da circa 50.000 persone che in varie città mediterranee ha apprezzato con entusiasmo e partecipazione l´alternarsi di suoni e danze espressione dei singoli Paesi che si affacciano sul ´Mare Nostrum´. Un mix di sound che ha avuto il pregio di mostrare quanti punti di contatto ci siano tra le rispettive tradizioni popolari e quanto "la musica - come ha osservato il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso - ci avvicini, consentendoci di abbattere quel diaframma di sospetto e incomprensione che è poi soprattutto ignoranza".

“Il Concerto di Algeri – sottolinea l’Ambasciatore d’Italia in Algeria Gianfranco Verderame assume un particolare significato per l’esecuzione per la prima volta nella Riva Sud dell"Inno del Mediterraneo”.

"E´ la prima volta che non ci sentiamo colonizzati, grazie a questa fusione tra la vostra e la nostra musica".
E´ l´entusiastico commento del ministro algerino della cultura, Khalida Toumi, al termine dell´applaudito concerto euromediterraneo che ha aperto il settimo Festival europeo della cultura al teatro nazionale di Algeri. Anche il ministro, come tutto il pubblico, si è alzato in piedi alle note di quell´ Inno del Mediterraneo di cui fu una delle promotrici, nel 1997, e che ieri sera è stato eseguito, per la prima volta nel Maghreb, dall´orchestra sinfonica algerina sotto la bacchetta del direttore dell´Opera del Cairo Nayer Nagui, e sotto lo sguardo quasi commosso di Michele Capasso, presidente della Fondazione Mediterraneo che dell´Inno può essere considerato il padre.


Torna indietro
***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*