Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*

La Rete

*
*
*

Le Sedi

*
*
*

Le Attività Svolte

*
*
*

La Maison de la Méditerranée

*
*
*
Le Attività
*
In programma
Svolte per Anno
   1994 - 2010
Svolte per Aree
   tematiche
Elenco generale
Attività delle Sedi
Pubblicazioni
 
* *
Napoli 19 ottobre 2007

Incontro internazionale "10 anni al servizio del dialogo tra culture e religioni"


La FONDAZIONE MEDITERRANEO e IL DENARO celebrano l’anniversario riaffermando la necessità di azioni concrete per la pace e lo sviluppo condiviso.

Venerdì 19 ottobre 2007, presso la Sala Conferenze de “Il Denaro”, si è svolto un incontro internazionale per celebrare dieci anni di sodalizio tra la Fondazione Mediterraneo e Il Denaro durante i quali i due organismi hanno prodotto azioni importanti e significative per il dialogo tra culture e religioni nel Grande Mediterraneo.

In questa occasione, alla vigilia del XXI Incontro Internazionale Interreligioso per la Pace - che si è svolto a Napoli dal 21 al 23 ottobre, presenti, tra gli altri, S.S. Benedetto XVI, il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, rappresentanti delle religioni, Capi di Stato e di Governo – è stato riproposto “L’APPELLO PER IL GRANDE MEDITERRANEO” - elaborato dalla Fondazione Mediterraneo, in collaborazione con le più importanti testate giornalistiche euromediterranee quali Le Monde Diplomatique, Al-Ahram, Il Denaro, Ansamed. Una riflessione per i convenuti per un effettivo dialogo tra culture, religioni e laicità quale fondamento per la pace ed il progresso condiviso nella regione.

L’Appello è stato sottoscritto dalla responsabile di Ansamed Antonella Tarquini e da quasi tutte le giornaliste presenti all’incontro – in rappresentanza dei media della riva Sud - provenienti da Algeria, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Marocco, Territori Palestinesi, Siria, Tunisia e Turchia.

La giornalista turca Defne Gursoy ha sottoscritto con riserva il documento chiedendo che tra le sintesi del passato indicate, fosse inclusa anche quella ottomana.

La giornalista israeliana Merav Yudilovitch non ha sottoscritto il documento per l´assenza della cultura ebraica e di Israele nella lista delle grandi sintesi culturali e politiche del passato.

Il Presidente della Fondazione Mediterraneo, Michele Capasso, ha riferito alle due giornaliste che il testo è stato elaborato da eminenti personalità della cultura, fornendo chiare motivazioni sulle grandi sintesi del passato (vedere link Testo del prof. Minissi).


Torna indietro
***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*