Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*

La Rete

*
*
*

Le Sedi

*
*
*

Le Attività Svolte

*
*
*

La Maison de la Méditerranée

*
*
*
Le Attività
*
In programma
Svolte per Anno
   1994 - 2010
Svolte per Aree
   tematiche
Elenco generale
Attività delle Sedi
Pubblicazioni
 
* *
COMUNICATI STAMPA


ITALIA-TURCHIA: ERDOGAN IN ITALIA AI PRIMI DI SETTEMBRE
IN PROGRAMMA INCONTRO CON BERLUSCONI

(ANSA) - ANKARA, 26 AGO - Il premier turco Tayyip Erdogan
sara´ in visita in Italia nei primi due giorni di Settembre per partecipare al Forum organizzato ogni anno dallo Studio Ambrosetti a Como, a cui e´ annunciata anche la presenza di Silvio Berlusconi. Lo riferiscono fonti dell´ufficio del primo ministro turco precisando che in quell´occasione Erdogan avra´ un colloquio con il premier italiano. Il primo settembre, prima di recarsi a Como, Erdogan visitera´ Napoli, dove gli sara´ conferito un premio dalla Fondazione Laboratorio Mediterraneo ´´per avere contribuito a ridurre le tensioni e a intensificare le relazioni culturali nella regione euro-mediterranea´´.

ITALIA-TURCHIA: ERDOGAN A NAPOLI IL PRIMO E IL 2 SETTEMBRE
(ANSAmed) - NAPOLI, 31 AGO - Il premier turco Tayyip Recep Erdogan sarà in visita a Napoli il primo e il 2 settembre per ricevere un premio dalla Fondazione Laboratorio Mediterraneo. Accompagnato da un´ampia delegazione di cui faranno parte il ministro dell´Energia Hilmi Guler e l´Ambasciatore turco in Italia, Ugur Ziyal, Erdogan riceverà il ´Premio Mediterraneo Istituzioni 2005´ "per avere contribuito a ridurre le tensioni e ad avviare un processo di valorizzazione delle differenze culturali dell´area euro-mediterranea". Nel pomeriggio del 2 settembre, Erdogan parteciperà poi al Forum organizzato ogni anno dallo Studio Ambrosetti a Cernobbio (Como) insieme ad altre personalità politiche ed economiche di vari Paesi. (ANSAmed). KTX 31/08/2005 15:34

TURKEY-ITALY: ERDOGAN IN NAPLES TOMORROW TO COLLECT AWARD
(ANSAmed) - NAPLES, AUGUST 31 - Turkish prime minister Tyyip Recep Erdogan will arrive in Naples tomorrow to collect a prize from the Italian ´Fondazione Laboratorio Mediterraneo´. The ´Fondazione Laboratorio Mediterraneo´ will present him with an award "for the contribution he made in reducing tensions in the Euro-Mediterranean region as well as building up relations in the same area." Erdogan will be accompanied by energy minister Hilmi Guler and Turkish ambassador to Italy Ugur Ziyal. The following day Erdogan and his entourage will travel to the northern city of Como to take part in a seminar organised every year by the Ambrosetti think tank.(ANSAmed). KUZ 31/08/2005 16:55

TURCHIA: UN PONTE TRA L´ISLAM E L´EUROPA, SOSTIENE ERDOGAN
(ANSAmed) - ROMA, 1 SET - "L´adesione della Turchia alla Ue assicurerà un importante contributo alla costruzione di un ponte tra l´Occidente e il Mondo islamico". Il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan, a Napoli per ricevere il ´Premio Mediterraneo istituzioni 2005´, spiega in un´intervista a "Il Mattino" di Napoli il ruolo strategico che può avere il suo Paese in Eurasia. "Per le sue caratteristiche, la Turchia è divenuta un attore regionale che porta stabilità agli equilibri geopolitici. In effetti nella nostra regione, dove ci sono fattori d´instabilità, la Turchia è tra i primi Stati ad appoggiare i processi democratici" e "costituisce un esempio vivo della positiva influenza tra Est e Ovest e dà fiducia per il futuro ad ambedue le parti". Il premier ritiene ci siano tre buoni motivi per aderire all´Unione europea. "Aderendo alla Ue la Turchia fortificherà la sua esistenza politica e strategica; (...) svilupperà ulteriormente i suoi interessi economici e commerciali; (...) consoliderà l´ordinamento giuridico". Ma anche l´Unione europea potrà trarre dei vantaggi da questa adesione: "La Turchia sarà per l´Europa un mercato giovane, dinamico, in rapido sviluppo. Il commercio è il pilastro dell´economia europea. L´ingresso della Turchia a pieno titolo farà sì che al mercato europeo si aggiungano 65 milioni di persone con alta tendenza al consumo". Secondo Erdogan, "la sua evoluzione democratica, la sua fedeltà ai valori mondiali, e di conseguenza la sua capacità di assimilare le diverse culture, il suo dinamismo economico, la sua posizione geostrategica, la sua forza militare e le sue potenzialità umane sono i principali fattori che modellano la posizione della Turchia".(ANSAmed). COR 01/09/2005 10:53

TURCHIA-UE:ERDOGAN; SIAMO PRONTI, SBAGLIA CHI CHIEDE DI PIU´
(ANSAmed) - NAPOLI, 2 SET - La Turchia ha già ottemperato a tutti i cosiddetti criteri di Copenaghen per l´avvio dei negoziati per l´adesione all´Ue e "chi si aspetta altre cose da noi sbaglia". Così il premier turco Recep Tayyip Erdogan è intervenuto oggi sulla spinosa questione dell´ avvio dei negoziati di adesione all´ Unione europea, atteso per il 3 ottobre prossimo. In occasione della consegna del premio "Mediterraneo istituzioni 2005", assegnatogli dalla Fondazione Laboratorio Mediterraneo, Erdogan ha sottolineato che la Turchia ha cominciato da anni a prepararsi all´ adesione all´ Ue ed è "più pronta di altri Paesi, che hanno fatto parte della pattuglia dei Dieci ultimi Paesi entrati nell´ Unione". Secondo il premier turco, l´ingresso del suo Paese nell´ Unione europea è "un´occasione da non mancare" per unire e creare un´alleanza tra Islam e Occidente, alleanza cruciale anche per combattere il terrorismo. "Impedire questo processo - ha ammonito - è una fattura che nessuno potrà pagare davanti all´ umanità". Erdogan, ricevuto il premio, ha lasciato Napoli e si è recato a Roma, dove a Palazzo Chigi incontrerà verso le 13,30 il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro degli Esteri Gianfranco Fini. Successivamente, il premier turco proseguirà per Como, per partecipare al meeting Ambrosetti di Cernobbio. (ANSAmed). TI/FV02/09/2005 11:37

TURKEY: ERDOGAN, FIT TO JOIN THE EU
(ANSAmed) - NAPLES, SEPTEMBER 2 - "Turkey meets all the Copenhagen criteria to start EU accession talks and nobody can expect more from us", Prime Minister Recep Tayyip Erdogan said today. Speaking in Naples, where he was presented with the award ´Mediterranean Institutions 2005´ by the Fondazione Laboratorio Mediterraneo, Erdogan said: "We have been preparing to join the EU for a very long time and we are more qualified to be member of the Union than some of the new countries who recently joined the EU." He added: "Turkey´s entry into the EU is an opportunity that cannot be missed. It represents a chance to forge an alliance between the West and the Muslim world, an alliance which is crucial to fight international terrorism. Some countries, for some reasons which are difficult to comprehend, want the EU to be a sort of Christian club but the EU is not a Christian club, it cannot be and must never be one. For us the EU is a set of values which we share and hindering our entry is too high a price to pay." After receiving the award the Turkish Prime Minister left Naples to take the high road to Rome for a meeting with his Italian counterpart Silvio Berlusconi. He will then travel to the northern city of Como to take part in a seminar organised every year by the Ambrosetti think tank.(ANSAmed). KUZ 02/09/2005 12:33

TURCHIA-UE: ERDOGAN, UNIONE NON E´ CLUB CRISTIANI
(ANSAmed) - NAPOLI, 2 set - "Alcuni paesi, per motivi che non capiamo, vogliono far vedere l´ Unione Europea come un club di cristiani. Ma l´Ue non lo è, non può e non lo deve essere; per noi l´ Unione è un insieme di valori che condividiamo". Lo ha detto il premier turco Recep Tayyip Erdogan, intervenendo sul confronto in atto all´ interno dell´ Unione Europea sull´avvio dei negoziati per l´ adesione della Turchia all´ Ue previsto per il 3 ottobre prossimo. Erdogan ha quindi sottolineato il fatto che alcuni paesi europei stanno creando problemi alla Turchia sulla strada dell´ integrazione con l´ Unione Europea e ha messo in evidenza che queste posizioni vengono assunte soprattutto per questioni di politica interna. (ANSAmed). TI/ARS 02/09/2005 11:59

PARTE DA NAPOLI PROGETTO FLM PER GRANDE MEDITERRANEO
(ANSAmed) - NAPOLI, 2 SET - Una sede della Maison de ´La Mediterranee´ a Istanbul, il lancio di un programma quinquennale che ha come obiettivo la creazione di un ´Grande Mediterraneo´, il pieno sostegno al programma dell´Onu per l´Alleanza delle civilizzazioni. L´assegnazione del premio ´Mediterraneo istituzioni 2005´ al premier turco Recep Tayyip Erdogan, oggi a Napoli, è stata l´occasione per la Fondazione Laboratorio Mediterraneo guidata da Michele Capasso per lanciare il nuovo programma e i nuovi obiettivi dell´organizzazione che da oggi ha adottato il nuovo nome di ´Fondazione Mediterraneo´. "La Fondazione ha deciso di impegnarsi per la creazione di un ´Grande Mediterraneo´: l´obiettivo principale è far sì che i Paesi e le società compresi in quest´area non debbano più essere oggetto di programmi politici e strategie pensati altrove, ma soggetto di strategie che siano espressione diretta dei bisogni reali di ciascun popolo", ha spiegato il presidente Capasso durante la cerimonia di consegna del premio al primo ministro Erdogan. "Proprio per attuare il suo programma la Fondazione intende creare una sede della Maison de la Mediterraneé a Istanbul quale centro di riferimento per il Grande Mediterraneo e ha già avanzato la proposta al governo turco per sostenere il progetto", ha continuato Capasso. Il presidente della Fondazione ha poi ribadito l´appoggio all´ingresso della Turchia in Europa. "Crediamo fortemente che la Turchia, baricentro fra Europa, Mediterraneo, Medioriente e Asia centrale, possa giocare un ruolo chiave nella creazione di una coalizione di valori e di interessi condivisi. La sua adesione all´UE è indispensabile come premessa per giungere ad un´integrazione culturale, sociale ed economica dell´area.(ANSAmed). KTX 02/09/2005 14:42

ITALIA-TURCHIA: CONCLUSO INCONTRO BERLUSCONI-ERDOGAN
(ANSAmed) - ROMA, 2 SET - Si è concluso a Palazzo Chigi l´incontro tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il primo ministro turco Tayyip Erdogan. La delegazione turca ha lasciato la sede del governo dopo un pranzo, durato circa due ore, al quale hanno partecipato anche il vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri Gianfranco Fini, il professore di islamistica Khaled Fouad Allam e Afef Jnifen, ex indossatrice tunisina e attuale moglie del presidente di Telecom Italia e della Pirelli Marco Tronchetti Provera. Prima della colazione, Berlusconi ha condotto Erdogan nella sala del Consiglio, dove il premier turco ha fatto un breve saluto ai ministri mentre la riunione veniva sospesa. (ANSAmed). RED-KUZ
02/09/2005 16:41

UE: TURCHIA, A ERDOGAN PREMIO MEDITERRANEO ISTITUZIONI 2005
(ANSAmed) - NAPOLI, 2 SET - Le bandiere spiegate di due paesi amici, Italia e Turchia; poi gli inni nazionali: si è aperta in questo modo, oggi a Napoli, la cerimonia di inaugurazione della sala Istanbul della Maison de La Mediterranée, alla quale ha partecipato il primo ministro della Turchia Recep Tayyip Erdogan. Al premier turco è andato il Premio Mediterraneo Istituzioni 2005, consegnato dal segretario generale della Maison Walter Schwimmer (già segretario generale del Consiglio d´Europa). Chiarendo le motivazioni del riconoscimento, Schwimmer ha detto:"Erdogan sta contribuendo a far sì che la Turchia diventi ponte fra Islam e Occidente nel Mediterraneo; e l´Ue deve tenere conto di questo". Del resto, ha aggiunto ancora in un passaggio del suo intervento, "la Turchia ha contribuito alla stabilità e alla pace in Europa". Ad accogliere Erdogan, in rappresentanza del Governo italiano, il viceministro per i Beni e le Attività culturali Antonio Martusciello, il Presidente della Campania Antonio Bassolino, il prefetto di Napoli Renato Profili, il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso. Presenti fra gli altri l´ambasciatore italiano al Cairo Antonio Badini, il rettore dell´Istituto universitario Orientale di Napoli Pasquale Ciriello, e i rappresentanti di alcune sedi della fondazione: i presidenti delle Province di Cosenza e di Lecce Mario Oliviero e Giovanni Pellegrino, il responsabile della sede di Marrakech Ahmed Moklisse, e da Amman Khalid Kreis. A Napoli, Erdogan cita "le brezze del Mediterraneo", il mare che avvicina l´Italia e la Turchia: "La somiglianza esiste fra questi due popoli: il popolo turco come quello italiano ha quanto alla sua storia, la sua cultura, la sua cucina, un´identità che si trova nel Mediterraneo. E questa identità comune rende vicini i nostri popoli". E´ da qui che bisogna partire, secondo il premier, per capire il valore dell´ingresso della Turchia nell´Ue, che deve essere "insieme delle culture e dei valori". Soltanto quando la Turchia avrà raggiunto il suo posto in Europa, ha insistito, per l´Unione si potrà affermare che questo obiettivo sia stato raggiunto. Obiettivo di un paese che nel processo di adesione all´Europa ha già mostrato di avere "molti valori e politiche comuni" e di essere "più pronto all´Europa di quanto lo siano alcuni dei 10 paesi già entrati nell´Unione", è "condividere la prosperità che noi auguriamo ai nostri popoli". Del resto la Turchia è "erede di un impero che ha sempre guardato a ovest". Riferendosi al negoziato per l´ingresso del suo paese nell´Unione europea, e sottolineando il ruolo dell´Italia, che é sempre stata vicina alla Turchia in questa direzione, Erdogan ha concluso: "Se i nostri amici europei non ci aiuteranno per noi le difficoltà saranno maggiori". (ANSAmed). KUY 02/09/2005 17:12

NAPOLI: PREMIER TURCO ERDOGAN RICEVE PREMIO MEDITERRANEO
Di (Ana/Gs/Adnkronos)
Napoli, 2 set. - (Adnkronos) - Il primo ministro della Repubblica di Turchia Recep Tayyip Erdogan, accompagnato dal ministro dell´Energia Hilmi Guler, dall´Ambasciatore turco in Italia Ugur Ziyal e da una delegazione della Repubblica di Turchia, si e´ recato questa mattina presso la Fondazione Laboratorio Mediterraneo, alla ´´Maison de la Mediterranee´´´, per ricevere il premio ´´Mediterraneo Istituzioni 2005´´.

CONSEGNATO A ERDOGAN PREMIO MEDITERRANEO ISTITUZIONI
(AGI) - Napoli, 2 set. - Il Primo ministro della Turchia Tayyp Erdogan ha ricevuto oggi a Napoli il "Premio Mediterraneo istituzioni 2005" assegnatogli dalla Fondazione Mediterraneo per l´impegno a portare nel suo paese la democrazia e la pace.
Il premio gli e´ stato consegnato nel corso di una cerimonia, diffusa in videoconferenza e in diretta tv in altri 8 paesi mediterranei, alla quale erano presenti, tra gli altri, il ministro per l´Energia Himi Guler e l´ambasciatore turco in Italia Ugur Ziyal. Nel consegnargli il riconoscimento, il presidente della Fondazione Mediterraneo, Michele Capasso, ha ricordato che la sua istituzione ha avviato il progetto "Grande Mediterraneo" teso a fare del Mare nostrum un bacino che non sia piu´ oggetto di programmi e politiche pensati altrove. In questo progetto la Turchia ha "una posizione chiave", ha detto, ribadendo la decisione della Fondazione Mediterraneo di stare al fianco della Turchia per l´ingresso nell´Ue, ostacolato "soprattutto da politici e burocrati imprigionati da timori che hanno radici antiche nella storia del nostro lontano passato e che rallentano questa necessaria opportunita´ di dialogo tra societa´, culture e religioni diverse". A tale proposito la Fondazione rinnova l´appello ai governo dell´Ue "affinche´ riducano i burocratismi sterili ed agevolino, in tempi brevi, il processo di adesione della Repubblica di Turchia nell´Unione europea". (AGI) Ste 021234 SET 05 -
021315 SET 05



Torna indietro
***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*