Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*

La Rete

*
*
*

Le Sedi

*
*
*

Le Attività Svolte

*
*
*

La Maison de la Méditerranée

*
*
*
Le Attività
*
In programma
Svolte per Anno
   1994 - 2010
Svolte per Aree
   tematiche
Elenco generale
Attività delle Sedi
Pubblicazioni
 
* *
COMUNICATI ANSAMED

MEDITERRANEO: NAPOLI; 300 GIOVANI ARTISTI ALLA BIENNALE 2005
(ANSAmed) - NAPOLI, 6 SET - Settecento artisti provenienti da Paesi europei e della sponda sud del Mediterraneo si ritorveranno a Napoli dal 19 al 28 settembre per partecipare alla XII edizione della Biennale dei Giovani Artisti dell´Europa e del Mediterraneo. La manifestazione, promossa dalla Provincia di Napoli e Bjcem (The International Association of the Biennial of Young Artists from Europe and the Mediterranean) con il sostegno della Regione Campania, in collaborazione con il Comune di Napoli e la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano, sarà presentata a Roma giovedì 8 settembre alle 11.00 presso gli uffici della Regione Campania alla presenza del presidente della Regione Antonio Bassolino. Sono circa 350 le opere selezionate per questo evento che mira, fanno sapere gli organizzatori, a rafforzare l´immagine di Napoli come centro culturale attivo e propositivo in ambito contemporaneo, sia verso un pubblico locale, in particolare di giovani, che in ambito nazionale e internazionale. La Biennale 2005 si svolgerà a Castel Sant´Elmo con il coordinamento scientifico di Achille Bonito Oliva e Eduardo Cicelyn. (ANSAmed). KTY 06/09/2005 15:26

MEDITERRANEAN: NAPLES WELCOMES 700 YOUNG ARTISTS
(ANSAmed) - NAPLES, SEPTEMBER 7 - A total 700 artists from Europe and the southern shores of the Mediterranean will meet in Naples between September 19 and 28 for the 12th Biennial of the Young Artists in Europe and the Mediterranean. The event, promoted by the province of Naples and The International Association of the Biennial of Young Artists from Europe and the Mediterranean with the support of the region of Campania in collaboration with the Naples municipality and the special superintendence for Naples museums, will be presented at 1100 local time on Thursday, September 8, at the offices of the Campania Region in Rome in the presence of the president of the Region Antonio Bassolino. There are some 350 selected works for the event which organisers say aims at boosting the image of Naples as an active culture centre in contemporary life, both for the local public, especially youngsters, and in national and international context. The 2005 Biennial will take place at Castel Sant´Elmo with the scientific coordination of Achille Bonito Oliva and Eduardo Cicelyn.(ANSAmed). RED-KSY 07/09/2005 09:36

BIENNALE ARTISTI: PASSIONE MEDITERRANEA IN MOSTRA A NAPOLI
(ANSAmed) - ROMA, 8 SET - La Biennale dei giovani artisti dell´Europa e del Mediterraneo punta quest´anno su Napoli, cuore del Mediterraneo, per avvicinarsi a grandi passi verso i Paesi della sponda sud. Per la XII edizione infatti, che si svolgerà nel capoluogo partenopeo dal 19 al 28 settembre, non si parla solo delle novità, sul fronte delle partecipazioni e delle discipline artistiche, ma si pensa già a proporre per la prossima edizione il salto sulla sponda sud, magari ad Alessandria d´Egitto. La Biennale 2005, presentata questa mattina a Roma con l´intervento, tra gli altri, del presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, approda quindi a Napoli per la prima volta, nel ventesimo compleanno di una manifestazione che ha presentato nel corso di tutte le sue edizione 8000 artisti: 700 i giovani dai 18 ai 30 anni che vi prenderanno parte quest´anno, in arrivo da 28 paesi dell´Europa e del Mediterraneo, compresa la Libia, che ha confermato appena ieri l´adesione di 10 propri artisti. Per la prima volta, inoltre, la provenienza disciplinare degli artisti si allarga dall´arte alla cultura materiale: non solo, dunque, arte, fotografia, video, architettura, letteratura e poesia, ma anche gastronomia. Tema dell´edizione sarà la ´passione´, intesa come complessa matrice di sentimenti e comportamenti. "Il nomadismo in particolare è l´elemento che connota ogni passione, che caratterizza il Mediterraneo e che significa ´meticciato´ - ha detto Achille Bonito Oliva, responsabile del coordinamento scientifico - e Napoli si adatta bene a questa Biennale ´meticcia´". E in forza di questo nomadismo, ad ospitare la Biennale non sarà solo Castel Sant´Elmo, già sede di eventi d´arte contemporanea, che per dieci giorni diventerà vera e propria ´cittadella della creativita´´: ma l´invasione artistica coinvolgerà anche l´intera città e 12 comuni in provincia di Napoli. "Sarà qualcosa di più di un evento culturale", ha detto il presidente della Provincia di Napoli Dino Di Palma, promotore insieme a Bjcem (l´associazione internazionale dei giovani artisti euromediterranei) della Biennale, con il sostegno della Regione, in collaborazione con il Comune e la soprintendenza speciale per il polo museale napoletano. "Sarà un momento di scambio tra popoli e culture in un clima di amicizia e integrazione. E Napoli ha una grande storia di integrazione". Ma anche una posizione ideale per diventare "porto e città di partenza per allargare l´orizzonte" europeo, si augura Bassolino. "E se la prossima Biennale sarà sulla riva sud, ad Alessandria d´Egitto, come sembra, questo darà il segno ulteriore dell´importanza decisiva del Mediterraneo".(ANSAmed) Y2N 08/09/2005 18:09

BIENNALE ARTE MED: DA CASTEL SANT´ELMO ALLE STRADE DI NAPOLI
(ANSAmed) - ROMA, 8 SET - Castel Sant´Elmo, l´intera città di Napoli e 12 comuni della provincia partenopea: queste le locazioni che verranno toccate dall"invasioné dei 700 artisti in arrivo da 28 Paesi a Napoli dal 19 al 28 settembre per la XII Biennale dei giovani artisti dell´Europa e del Mediterraneo. Cuore dell´evento sarà Castel Sant´Elmo che diventerà per l´occasione ´cittadella della creativita´´, ospitando nei suoi spazi tutte le attività della Biennale, da quelle espositive (mostre permanenti di arte visiva, ma anche fotografia, fumetti, moda, graffiti) a quelle di spettacolo. Fitto il programma di eventi - che prevede ogni giorno, dalle 16 all´una, spettacoli di teatro, musica, danza, letteratura, immagini in movimento e anche sfilate di moda - allestiti nell´auditorium, negli ambulacri o sulla Piazza d´Armi del castello. Spiccano tra gli altri appuntamenti anche incontri con artisti (Goran Bregovic il 20), workshop, seminari, dibattiti con studiosi e premiazioni. L´intera città di Napoli si lascerà coinvolgere con spettacoli collaterali nelle varie discipline della Biennale. Nel programma, ancora provvisorio, figurano già appuntamenti di public art, come l´intervento luminoso-sonoro nel Laboratorio Damm ad opera di un artista veneziano o il visual design di una artista milanese che affiggerà le sue opere in vari spazi chiusi nella città. La Biennale 2005 sconfinerà poi nella provincia della città partenopea con mostre e spettacoli di arti applicate in dodici comuni: tra gli appuntamenti, ancora in via di definizione, figurano già quelli del Comune di Casoria, dal 22 al 24 settembre con un simposio di pittura all´International Contemporary Museum, e del Comune di Giugliano (23 settembre) con le installazioni di videoartisti allestite presso l´ex chiesa delle Concezioniste.(ANSAmed) Y2N 08/09/2005 18:17

MED: NAPOLI; SI APRE OGGI XII BIENNALE GIOVANI ARTISTI
(ANSAmed) - NAPOLI, 19 SET - La dodicesima edizione della Biennale dei giovani artisti dell´Europa e del Mediterraneo si apre oggi pomeriggio al Castel Sant´Elmo di Napoli. Per l´evento, quest´anno dedicato al tema della ´Passione´, sono state selezionate circa 350 opere realizzate da 700 artisti provenienti da Paesi europei e della sponda sud del Mediterraneo, con un ospite del Nord, la Finlandia. Sorpresa di questa edizione, la presenza della Libia che partecipa per la prima volta alla manifestazione. Alla cerimonia di inaugurazione, che si terrà intorno alle 20.30 e sarà presentata dal giornalista Vincenzo Mollica, è prevista la partecipazione del presidente della Provincia di Napoli, Dino Di Palma, il presidente del Comitato scientifico biennale Napoli 2005, Achille Bonito Oliva, il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, il presidente dell´Associazione Bjcem, Ibrahim Spahic.(ANSAmed). KTY 19/09/2005 12:02

MEDITERRANEO: APERTA A NAPOLI BIENNALE DEI GIOVANI ARTISTI
(ANSAmed) - NAPOLI, 20 SET - La cultura e l´arte che si incontrano e creano un mondo, un luogo ed una realtà dove i popoli invece di scontrarsi si incontrano e si confrontano fondendosi in una realtà che anticipa ciò che dovrà essere la politica degli Stati di domani. E´ il senso e la sfida della dodicesima edizione della Biennale dei giovani artisti dell´Europa e del Mediterraneo al via a Napoli. La manifestazione è stata inaugurata ieri sera nella sede medievale di Castel Sant´Elmo a Napoli, alla presenza del sindaco della città, Rosa Russo Jervolino, del presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, del presidente della Provincia di Napoli, Dino Di Palma, promotore della manifestazione, Achille Bonito Oliva, Eduardo Cicelyn, il sovrintendente Antonio Spinosa e Ibrahim Spahic. Circa 800 gli artisti presenti con 350 produzioni artistiche, dalle arti visive alla musica, dalle installazioni multimediali alla danza, che resteranno aperte al pubblico fino al 28 settembre ed alcune fino al 15 ottobre. Rappresenteranno la "Passione", tema dell´edizione 2005 vista dai Paesi del Mediterraneo come l´Egitto, la Grecia, la Giordania ma anche Montenegro, Slovenia, Bosnia, Cipro. Tra le installazioni che più di altre rappresentano la volontà di comunicazione tra i popoli le cooproduzioni israelo-palestinesi ma anche quelle serbo-croate, kosovare.Numerosa la presenza degli artisti campani, trentacinque provenienti da tutta la regione. Anche per gli amministratori locali questo evento ricopre un´ importanza determinante per la città. Il governatore della Campania Antonio Bassolino infatti ha sottolineato come "la presenza di artisti provenienti da tutto il mondo mostri che Napoli non è solo violenza e camorra". Tra i presenti anche il giornalista Vincenzo Mollica che ha moderato il dibattito che ha aperto ufficialmente i lavori della Biennale. "Con questo evento - ha detto Mollica - Napoli si conferma capitale dell´arte e della cultura dei giovani che vedo qui rappresentata più che in qualsiasi altra Biennale italiana. Mi piacerebbe lanciare la proposta di creare qui a Napoli una Biennale dei giovani artisti permanente perché Napoli come nessuna altra città italiana ha il diritto di essere la capitale della cultura del Mediterraneo".(ANSAmed). XRS 20/09/2005 09:49

Torna indietro
***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*