Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

MEDITERRANEO: UNA POLITICA COMUNE PER REGIONI SUD ITALIA

(ANSAmed) - NAPOLI, 3 MAG - Le regioni del Mezzogiorno lanciano insieme la sfida per il rilancio del loro ruolo, e di quello dell'Italia, nei confronti della politica euro-mediterranea. A sancire la nascita di un'alleanza tra Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia finalizzata allo sviluppo delle relazioni con i Paesi della sponda Sud è stata oggi la prima riunione del coordinamento permamente dei presidenti delle regioni coinvolte. Un'alleanza attraverso la quale il Mezzogiorno si candida a essere protagonista delle relazioni euro-mediterranee e di cui intende far parte anche il Lazio, come ha indicato il neo presidente della regione Piero Marrazzo in una lettera inviata al collega campano Antonio Bassolino. Ed è stato propio Bassolino, promotore della costituzione del coordinamento permamente delle regioni del Mezzogiorno, a sottolineare la necessità di una "svolta" nelle relazioni con i Paesi mediterranei. "L'Europa - ha detto - dopo il giusto allargamento a Est deve ora protendersi verso il Sud. Si è andati avanti troppo lentamente rispetto ai programmi di Barcellona. La dimensione euromediterranea - ha aggiunto - reclama molto di più: serve un'iniziativa unitaria di tutte le regioni meridionali". L'azione partita oggi da Napoli, secondo il presidente della regione Sicilia, Totò Cuffaro, può fornire nuovo slancio anche per rilanciare il Sud Italia. Per Cuffaro è "positivo" che tutti i presidenti delle regioni del Mezzogiorno, "a prescindere dall'appartenenza politica", siano disposti a costituire un asse sul quale far ruotare lo sviluppo dell'area. Entusiasta dell'iniziativa si è mostrato anche Ottaviano Del Turco, presidente dell'Abruzzo, secondo il quale basta guardare la carta geografica per capire "quale ruolo può giocare il Mezzogiorno" rispetto all'importanza strategica dell'area mediterranea. Del Turco ha quindi annunciato che la prossima riunione del coordinamento permamente dei presidenti delle regioni meridionali che si terrà a giugno in Abruzzo sarà dedicata proprio al Mediterraneo. "La Calabria è l'avamposto del Mediterraneo" e il porto di Gioia Tauro può diventare la porta d'ingresso dell'Europa per le merci provenienti dai Paesi della sponda Sud, ha rilevato il presidente della Calabria, Agazio Loiero. Per Loiero l'iniziativa lanciata a Napoli sottolinea l'importanza del Mediterraneo come risorsa economica e culturale delle regioni meridionali. Nichi Vendola, presidente della regione Puglia, ha quindi osservato che per rilanciare seriamente una politica verso il Mediterraneo occorre "parlare di cose concrete, senza enfatizzazioni" e individuare un percorso che "rimetta al centro il nodo della pace e dello sviluppo, passando anche attraverso "il destino dei grandi porti". Ed il collega della Basilicata, Vito De Filippo, ha messo in evidenza l'esigenza di una "promozione esterna" della regione verso il Mediterraneo e l'Europa. (ANSAmed). TI 03/05/2005 18:34

 

MEDITERRANEAN: A COMMON POLICY FOR SOUTHERN ITALY'S REGIONS

(ANSAmed) - NAPLES, MAY 3 - Southern Italy's Regions have launched a challenge for the relaunching of their role, and of Italy, towards the Euro-mediterranean policy. The alliance between Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia and the countries of the Southern shore, was formed today in Naples during the first meeting of the coordinating committee of the Presidents of the Regions involved in the project. An alliance in which Southern Italy aims at becoming the protagonist of the Euro-Mediterranean relations and in which Lazio Region wants to be part of it, as its Governor Piero Marrazzo indicated to his counterpart in Campania, Antonio Bassolino. The Governor of the Campania Region, who promoted the coordinating committee, underlined the importance of the event: "Europe - he said - has to look towards the South after opening to the West. The Mediterranean dimension needs more attention as it has been proceeding too slowly compared to the programmes of the Barcelona process. A common initiative among all Southern Regions is necessary". According to Toto Cuffaro, President of the Region of Sicily, "the initiative taken today in Naples can relaunch Southern Italy and it is also positive that all Governors agree on it, no matter their political faith". The Governor of the Abruzzo Region, Ottaviano Del Turco, said that "Southern Italy can play a strategic role in the Mediterranean", therefore he anticipated that the next coordinating committee meeting will be held in its Region in June and it will be dedicated to the Mediterranean area. "Calabria is the outpost of the Mediterranean and the port of Gioia Tauro can become Europés entry gate for goods coming from the Southern shore", underlined the Governor of Calabria Region, Agazio Loiero. According to him, the initiative launched in Naples stresses the importance of the Mediterranean as the economic and cultural resource of Southern Regions. According to Nicki Vendola, Governor of Puglia Region, "a new route should be found in order to promote peace and development" whereas the Governor of Basilicata Region, Vito De Filippo, underlined "the need of an external promotion of the Region towards the Mediterranean and Europe". (ANSAmed). KTX 03/05/2005 19:17

 

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*