Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

MEDITERRANEO: CULTURA RUOLO CHIAVE PER LO SVILUPPO

(ANSAmed) - NAPOLI, 6 MAG - "Il Mediterraneo è una cultura che va cercata e condivisa con tutti i popoli. Nonostante le tensioni politiche e i numerosi problemi". L'appello è stato lanciato durante il forum 'Mediterraneo: quale visione del futuro?', in corso a Napoli, da coloro che da sempre richiedono una maggiore attenzione per le problematiche della sponda Sud, a dieci anni dal processo di Barcellona che ha lanciato il dialogo Euro-mediterraneo. Come Predrag Matvejevic, professore all'Università La Sapienza di Roma, e presidente del comitato scientifico internazionale della Fondazione Laboratorio Mediterraneo, che da trent'anni si occupa di Mediterraneo. Secondo Matvejevic, i problemi del Mediterraneo devono essere posti attraverso il concetto di identità. "Ancora oggi - dice - è assurdo che le istituzioni europee più importanti siano solo a Nord e che la sponda Sud, in questo senso, venga ignorata". Il fatto è che per quanto riguarda il Mediterraneo purtroppo siamo ancora di fronte a uno stato di cose che non riesce a sboccare in un vero e proprio progetto". Un'opinione condivisa da Athanasios Moulakis, direttore Istituto Studi Mediterranei all'Università della Svizzera italiana, secondo il quale però la cultura ha un grande ruolo per lo sviluppo anche economico e politico del Mediterraneo. "Un esempio deriva dalla creazione della sede della fondazione Anna Lindh - per il dialogo fra le culture, ad Alessandria d'Egitto che tuttavia rimane l'unica istituzione europea sulla sponda Sud", ha sottolineato il professore. E ha aggiunto: "Questo ci deve anche far riflettere su un punto importante e cioé che la cultura è uno strumento straordinario per unire i popoli, ma occorre che venga vissuta e comunicata".(ANSAmed) KTX 06/05/2005 18:03

MEDITERRANEAN: CULTURE, KEY ROLE FOR DEVELOPMENT

(ANSAmed) - NAPLES, MAY 6 - "The Mediterranean culture needs to be promoted and to be shared with all countries of the area. Despite tensions of all sorts". The appeal was launched during the conference 'The Mediterranean: which vision for the future?', being held in the Italian city of Naples, by people who have been urging for ages much more attention towards the crucial issues of the Southern shore of the Mediterranean basin. Predrag Matvejevic, professor at La Sapienza University in Rome and president of the Scientific Committee of the Fondazione Laboratorio Mediterraneo, is one of them. According to him, the problems of the Mediterranean area should be solved through the concept of identity. "The most European Institutions operate only in the Northern shore, while the Southern is still not considered at all". While agreeing with Matvejevic, Athanasios Moulakis, director of the Institute for Mediterranean Studies of the Italian Switzerland, stressed the importance of culture within the political and economic development of the Mediterranean area. "The example is given by the setting up of the Anna Lindh Foundation - for the dialogue among cultures - in Alexandria. This is, however, the only European institution on the Southern shore," he said. "Culture is an extraordinary tool for connecting people - Moulakis concluded - but it needs to be spread and promoted". (ANSAmed). KTY
06/05/2005 18:26

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*