Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

MO: PRINCIPESSA GIORDANIA, GIUSTIZIA PER FERMARE TERRORISMO
(ANSAMED) - ROMA, 7 MAR - "Perché ci sia una fine del terrorismo in Medioriente serve una soluzione giusta in Palestina e anche in Iraq. Serve giustizia". A chiederlo è la principessa Wijdan Ali di Giordania, oggi a Roma per presentare la mostra 'Stracciando i veli: donne artiste del mondo islamico', che espone opere di donne arabe dalla collezione permanente della Royal Society of fine arts di Amman, da lei presieduta. "Se non c'é giustizia nel Medioriente, non ci sarà fine al terrorismo - spiega parlando a margine della conferenza stampa - e se l'occidente ne vuole la fine, deve trovare una soluzione per i nostri problemi in Iraq e in Palestina". E' l'occupazione, in particolare, la drammatica realtà che più tormenta gli abitanti della regione: "Come ti sentiresti se una grande potenza occupasse l'Italia? Reagiresti o la percepiresti come una 'democrazia'? - chiede, retorica - non è possibile accettare qualcuno che viene dall'esterno ad occupare il tuo paese". E tanto più, "non è possibile accettare che l'unica via per portare la democrazia sia l'azione militare", aggiunge. Per questo c'é una preoccupazione diffusa, che contagia anche lei, principessa e suocera di una ragazza palestinese: "Voglio esprimere il mio dolore per la famiglia dell'agente italiano ucciso - dice - perché capisco quel dolore, perché noi lo viviamo ogni giorno, in Iraq e in Palestina". Il suo messaggio di pace, è quindi quello di "parlare, parlare tra di noi e soprattutto di imparare ad ascoltarci". Un dialogo, cioé, che vada oltre le differenze: un dialogo come quello che può fare l'arte, il linguaggio che tante donne arabe hanno scelto per raccontarsi al di là degli stereotipi che spesso fanno coincidere il mondo arabo con l'Islam e la donna islamica con il velo. "Solo una minoranza delle donne musulmane porta il velo - precisa la principessa - e alcune di quelle che lo portano sono istruite, hanno studiato: il progresso non significa portare la minigonna. E il velo che vogliamo stracciare, quindi, è quello che copre la mente di quelli che guardano le donne del mondo musulmano con questi stereotipi". Contro questi pregiudizi e per costruire ponti tra culture, "l'arte è il miglior linguaggio", ha concluso la principessa, che con un passato da diplomatica oggi si occupa d'arte, e dipinge lei stessa, affidando alla tela il suo messaggio: "Dipingo l'amore. Perché nel mio tentativo di dare un messaggio di pace, credo che l'amore sia l'unico soggetto possibile. Credo fortemente nell'amore".(ANSAMED).
Y2N 07/03/2005 18:01

 

MIDDLEAST: PRINCESS OF JORDAN, JUSTICE TO STOP TERRORISM
(ANSAMED) - ROME, MARCH 7 - "If therés no justice in the Middleast, especially without a solution for Iraq and Palestine, there won't be an end to terrorism". This is the challenge the Western world faces, according to princess Wijdan Ali of Jordan, today in Rome to present the art exhibition 'Breaking the veils: women artists from the Islamic world'. "We cannot accept that somebody from outside the country come to occupy us and we cannot accept that the only way to bring democracy is a military action", she said, explaining that in the region "wére all in trouble about this situation". The only solution is dialogue: "Let's talk to each other - princess Ali suggests - and above all, let's listen to each other". Because without that, therére only stereotypes, such as thinking that the Arab word is all Muslim and that all Islamic women wear the veil. Against stereotypes and to create bridges between cultures, "art is the best language", said princess Ali, whòs a painter herself. "I paint love - she added - I try to give a message of peace: and I think love is a good way to do it. I believe in love".(ANSAMED).
Y2N
07/03/2005 18:28

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*