Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

ALGERIA: FESTIVAL EUROPEO, IL PROGRAMMA

(ANSAmed) - ALGERI, 9 MAG - Si apre oggi con il 'Concerto euromediterraneo per il dialogo tra le culture' ideato da Eugenio Bennato e organizzato dalla Fondazione Mediterraneo di Napoli il 7° Festival europeo di cultura che nel corso di tutto il mese di maggio presenterà più di trenta eventi e sarà itinerante. Molti spettacoli saranno presentati anche a Orano (ovest algerino), Annaba, Tizi Ouzou e Bejaia, città dell'est del Paese. Due importanti appuntamenti del festival vengono dall'Italia: il concerto di Eugenio Bennato, organizzato dalla Delegazione della Commissione europea in Algeria e dalla Fondazione Mediterraneo in collaborazione con il ministero algerino della cultura e l'Ambasciata d'Italia e il Roberto Gatto Quartet, considerato come uno dei migliori gruppi jazz del panorama musicale internazionale, in cartellone il 30 maggio. Dopo il successo ottenuto in Italia, Egitto e Spagna, il Concerto euromediterraneo di Eugenio Bennato e del suo gruppo 'Taranta Power', si avvarrà dell'accompagnamento dell'Orchestra sinfonica nazionale algerina sotto la bacchetta di Nayer Nagui, direttore dell'orchestra dell'Opera del Cairo, e vedrà la partecipazione della cantante algerina Hasna El Bacharia e della ballerina locale Souad. Dall'Egitto anche il musicista egiziano Fathy Salama con il suo gruppo e la cantante Karima. L'AUSTRIA, paeseattualmente presidente di turno dell'UE, nell'anno di Mozart propone un concerto del Concilum musicum Wien e un'esposizione 'Sulle tracce di Mozart a Vienna' oltre ad un concerto d'arpa di Monika Stadler, una delle migliori arpiste europee. Dalla SPAGNA arrivano un concerto di flamenco di Pepe Habichuela, uno dei più virtuosi maestri di chitarra spagnoli che ad Algeri suonerà in duo con il figlio, José Carmona e una mostra fotografica di Fernando Herraez dedicata al Mediterraneo. Tutta al femminile la serata del PORTOGALLO con un concerto delle 'Segue-Me a Capela'. Le sette donne, utilizzando solo le loro voci, presentano una programma di musiche tradizionali portoghesi che va dai canti di lavoro a quelli religiosi. La violinista greca Stella Stanis, il pianista canadese Stephen Ham e l¿orchestra sinfonica algerina diretta dalla giovane francese Elise Gauthier-Villars suoneranno insieme in un concerto di musica classica organizzato dalla GRECIA. L'Ambasciata di FRANCIA e il Centro culturale francese organizzano, oltre ad un concerto del duo jazz formato dal trombettista Eric Le Lann e dal pianista Nelson Veras, la serata di chiusura del festival il 31 maggioche quest'anno prevede un concerto del rocker franco-algerino Rachid Taha. Dal BELGIO arriva il gruppo jazz dei Foofango nato dalla fantasia e dalla passione per la musica del sassofonista belga di origine siciliana, Pierre Vaiana. Composto da cinque musicisti provenienti da Cameroun, Congo, Togo, Belgio e Burkina Faso, suonera¿ ad Algeri e ad Orano, oltre a tenere un concerto speciale presso la scuola per non vedenti di El Achour. Dalla REPUBBLICA CECA l¿evento piu¿ particolare di quest¿anno: "Le tigre de Tracy", spettacolo teatrale di William Saroyan tradotto nel linguaggio dei segni realizzato dal Nablizko di Praga, unico teatro europeo a produrre versioni speciali delle sue opere per sordomuti. Tre serate jazz sono proposte da GERMANIA, UNGHERIA e POLONIA con i Lychee Lassi, gruppo d'avanguardia in arrivo da Berlino, la Benko Dixieland Band, formazione di jazz popolare ungherese e il 'Jazz Zigano' di Lautari che unisce sonorità contemporanee alla musica tradizionale polacca. Una serata di musica e danze popolari è presentata dalla ROMANIA con l'Ensemble Folklorique national Transilvanià, gruppo pluripremiato al Festival Mondiale di danze popolari di Palma di Maiorca nelle edizioni del 1993, 2003 e 2005. Per i bambini ci sono, provenienti dalla SVEZIA, i Clown sans frontiéres, specializzati nel portare il sorriso nei paesi colpiti da guerre o catastrofi naturali, con un nuovo spettacolo comico ispirato tra l'altro a "Il piccolo principe" di Saint-Exupery. Infine dai PAESI BASSI la pianista Christiaan Kuyvenhoven, vincitrice nel 2005 del prestigioso concorso internazionale di Piano Franz Liszt a Utrecht, accompagnata dal provocatorio e innovativo quartetto d¿archi, Matangui Kwartet. (ANSAmed). TA 09/05/2006 17:49

 

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*