Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

EUROMED: DONNE RUOLO CENTRALE IN DIALOGO MEDITERRANEO

(ANSAMED) - NAPOLI, 10 FEB - "Le donne hanno un ruolo importantissimo nel dialogo mediterraneo perché attraverso le loro lotte per l'uguaglianza hanno portato la prova di un linguaggio universale che è stato compreso nei paesi del Nord Mediterraneo". Lo ha detto Wassyla Tamzali, intellettuale algerina e vice presidente del forum internazionale delle donne del Mediterraneo, a margine dell'incontro-conferenza che si è tenuto oggi pomeriggio presso la Fondazione Laboratorio Mediterraneo di Napoli per presentare le linee guida della nuova azione della Fondazione dal titolo 'Mediterraneo, Europa e Islam: attori in dialogo'. "Le donne della sponda Nord e Sud del Mediterraneo condividono una cultura antropologica che ha molti punti in comune e questa è alla base del dialogo e della solidarieta", ha spiegato Tamzali che da 30 anni si batte per i diritti delle donne algerine a favore della libertà di coscienza nel mondo di cultura arabo-islamica. "Bisogna considerare tuttavia - ha aggiunto Tamzali - che le donne non hanno potere e quindi non possono influenzare il dialogo politico nel Mediterraneo. In più ci sono delle enormi difficoltà perché c'é una collisione fra il relativismo culturale e le indifferenze dei paesi del nord sulle questioni di fondo. Solo per fare un esempio, dieci anni fa, quando si è creato il partenariato euromediterraneo con il processo di Barcellona, c'era l'ambizione di creare uno spazio comune. Oggi si può parlare di buon vicinato, ma siamo ancora lontani dall'integrazione vera e propria. Le cose possono cambiare, ma non è una questione di tempo, ma di politica. La nostra sfida é quella di conquistare una nostra identità". Per Heba Raouf Ezzat, assistente universitaria alla facoltà di Scienza Politiche del Cairo e membro del comitato scientifico della Fondazione, le donne hanno un ruolo tutt'altro che marginale nel dialogo mediterraneo. "Il loro ruolo è fondamentale per la democrazia, la libertà di espressione. Non mi piace parlare di femminismo, piuttosto di impegno reale e sono molte le cause riguardanti il ruolo politico delle donne, dal punto di vista islamico, di cui mi occupo personalmente".(ANSAMED). KTX
10/02/2005 19:39

EUROMED: WOMEN HAVE A CENTRAL ROLE IN MEDITERRANEAN DIALOGUE

(ANSAMED) - NAPLES, FEBRUARY 10 - Wassyla Tamzali, one of the leading Algerian intellectuals and vice-president of the Mediterranean Women International Forum, said women have an essential role to play in the Mediterranean dialogue. Talking to Italian news agency Ansamed after a conference in Naples organised by the 'Fondazione Laboratorio Mediterraneo' she said: "Women have a vital role to play in the Mediterranean dialogue because through their struggle for equality they have made a significant mark in the countries north of the Mediterranean sea." She added: "Women from the northern and southern shore of the Mediterranean share an anthropological culture with many features in common and this is the basis for dialogue and harmony." But she also stressed that women lack any political power in the Mediterranean basin. "Women do not have that political power that could have an impact on such a dialogue. Moreover, many countries from the northern shore are still indifferent to our problems. For example ten years ago when the Euro-Mediterranean partnership was set up with the Barcelona Process the ambition was to create a common area. Today we can talk about being good neighbours but the aim has not been achieved yet. Things could change in the future. But it's not a matter of time but a political matter. Our challenge is to achieve our own identity." Tamzalìs view was echoed by Heba Raouf Ezzat, a Cairo university assistant in the faculty of political science, who said: "Women's role is fundamental for democracy and for freedom of speech. I don't want to talk of feminism but women must have a political responsibility in society".(ANSAMED).
2005-02-10

 

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*