Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

EUROMED:SI PARTE DA MIGLIORE CONOSCENZA NOI E ALTRI, RAMADAN

(ANSAMED) - NAPOLI 10 FEB - "Abbiamo bisogno di una migliore conoscenza di noi stessi e degli altri", questo, secondo l'islamista egiziano Tariq Ramadan, il punto di partenza per un dialogo che sia costruttivo, lo ha dichiarato ad Ansamed a margine incontro-conferenza stampa oggi a Napoli per presentare le linee guida della nuova azione della Fondazione Laboratorio Mediterraneo dal titolo 'Mediterraneo, Europa e Islam: attori in dialogo' che ha lo scopo di rafforzare la mutua comprensione e la pace. "L'Europa sta cambiando e ha bisogno di conoscere le dinamiche dei suoi cambiamenti affinché il dialogo sia fruttuoso - ha continuato Ramadan - così come le società islamiche hanno necessità di guardarsi come in evoluzione, perché non può esserci fede senza evoluzione". Su queste basi quindi prende il via il lavoro della fondazione che, ha spiegato Ramadan, parte con un progetto quinquennale che comprende incontri, conferenze, workshop e soprattutto il coinvolgimento di interlocutori attivi nei paesi e nelle società interessate. "Non vogliamo essere un 'ghetto di intellettuali' - ha sottolineato Ramadan - non serve solo parlare tra di noi, ma è fondamentale coinvolgere gli 'attori' della politica, del sociale, del mondo del lavoro e dell'istruzione. Ognuno di noi membri del comitato scientifico ha un vissuto di attività e formazione e dei contatti in molti ambiti e settori, attraverso questi, copinvolgendoli, intendiamo agire verso un dialogo multidimensionale". Tra i temi cari alla Fondazione e all'attività del suo network c'é l'identità, il multiculturalismo e naturalmente la democrazia e il processo di democratizzazione "che non deve essere un modello imposto", ha concluso Ramadan. E' già fissata per il prossimo ottobre una conferenza per fare il punto sull'attività avviata.(ANSAMED). KSY
10/02/2005 19:43

EUROMED: WE NEED TO KNOW OURSELVES AND OTHERS MORE, RAMADAN


(ANSAMED) - NAPLES, FEBRUARY 10 - "We need to have a better understanding of ourselves and others" to start a constructive dialogue, Egyptian Islamicist Tariq Ramadan told Ansamed on the sidelines of the meeting-conference organized today in Naples to present the guidelines of the new initiative of the Mediterranean Laboratory Foundation called 'Mediterranean, Europe and Islam: actors in dialogue'. The event is aimed at strengthening mutual understanding and thus helping the peace process. "Europe is changing and needs to know the dynamics of its transitions in order for dialogue to be fruitful - continued Ramadan - as Islamic societies need to perceive themselves as evolving, because there can't be faith without evolution". On such ground the Foundation will set its five-year project including meetings, conferences, workshops with as participants representatives of the societies involved. Among the themes that are dear to the Foundation and its network's activities is democracy and the process of democratization, which, Ramadan concluded "cannot be an imposed model". The next meeting to examine activites carried out thus far will be in October.(ANSAMED).
2005-02-10

 

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*