Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

ENERGIA: PARTE DA NAPOLI RETE DI COMUNICAZIONE MEDITERRANEA

(ANSAmed) - NAPOLI, 15 FEB - Dialogo tra culture a partire da aspetti concreti come energia e problemi ambientali. E' questo il punto di partenza della creazione di "Energheia", un polo di comunicazione tecnologico intermediterraneo che avrà Napoli come fulcro ma che coinvolgerà le quattro sponde del "mare nostrum". L'iniziativa, nata per impulso di Geotekna e Teknaenergy con il sostegno di Ansamed, Ayw, Legambiente, Anev e Ises, è frutto della partecipazione di aziende, enti territoriali, università e centri di ricerca scientifica ed è stata presentata oggi in un incontro di avvicinamento a "Tekna", manifestazione che prevede tre giorni di incontri e convegni su tecnologie per l'ambiente, salvaguardia delle risorse naturali, dissesto idrogeologico e geotecnica, che si svolgerà alla Mostra d'Oltremare di Napoli dal 23 al 25 febbraio. "Da uno studio da noi presentato - ha spiegato Michele Capasso, presidente della Fondazione Mediterraneo - oltre il 70% dei rapporti tra soggetti di culture e tradizioni diverse è sui temi della scienza, dell'energia e dell'ambiente. Quindi proprio da questo bisogna partire per trovare punti di contatto e di dialogo ad esempio tra il mondo cristiano e quello islamico che possono cercare insieme le strade per affrontare la globalizzazione e lo sviluppo sostenibile". I temi del polo di comunicazione sono stati affrontati nel corso della presentazione da Ermanno Corsi, presidente dell'Ordine dei giornalisti della Campania, Giulio Pecora, vicedirettore esteri dell'Ansa, Ettore Del Giudice, docente presso la facoltà di ingegneria della II Università di Napoli e Domenico Amirante professore di Diritto Ambientale presso la II Università di Napoli. L'incontro di Napoli ha tracciato anche alcune delle linee guida della nuova rete di comunicazione intermediterranea che parte da Napoli: in primo piano la necessità di più puntuali informazioni dal mondo scentifico a quello dell'informazione. I convegni organizzati nell'ambito di "Teckna" partiranno il 23 febbraio con "Rinnovabili: sviluppo e territorio", organizzato dal Ministero dell'Ambiente. (ANSAmed). Y1Z
15/02/2006 16:53

 

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*