Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

IMMIGRAZIONE:COMMISSIONE APEM,SERVE RESPONSABILITA´CONDIVISA
(ANSAmed) - ROMA, 15 FEB - L´immigrazione è ormai diventato uno dei dossier più spinosi nei rapporti euromediterranei. E perché questa sfida non diventi un motivo di divisione, ma di maggiore collaborazione tra le due sponde, è necessario che la responsabilità sia "condivisa". Lo hanno sottolineato i parlamentari euromediterranei della Commissione per la qualità della vita, gli scambi umani e la cultura dell´Assemblea parlamentare euromediterranea, che si è riunita oggi a Roma. "Le misure legali nei Paesi di destinazione non possono bastare, serve un approccio integrato", ha detto il parlamentare marocchino Omar Adkhil, vice presidente della Commissione cultura. "Non è solo responsabilità del sud, è importante che la responsabilità sia condivisa", ha aggiunto, sottolineando che per individuare le soluzioni bisogna andare a vedere le cause, e quindi puntare su un approccio di sviluppo e umanitario, e non solo di sicurezza. "L´immigrazione clandestina è un autentico problema e occorre più collaborazione" a livello regionale e internazionale, ha aggiunto il parlamentare algerino Miloud Chorfi, sottolineando la necessità di considerare le radici di questo fenomeno, prima fra tutte il sottosviluppo, e anche di tenere conto che molti Paesi della sponda sud, come l´Algeria, non solo più semplicemente Paesi di provenienza, ma sono essi stessi Paesi di destinazione e transito e quindi impegnati in prima linea per contrastare il fenomeno. Un contributo positivo al dibattito ha voluto fornirlo un parlamentare giordano, Adnan Alsawair, che si è espresso in italiano per omaggiare il Paese in cui ha vissuto per 23 anni come immigrato e a cui, ha detto, deve la propria crescita culturale, sindacale e politica. (ANSAmed). 2008-02-15 13:36

IMMIGRATION: SHARED RESPONSIBILITY NEEDED, EMPA COMMITTEE
(ANSAmed) - ROME, FEBRUARY 15 - Immigration has already become one of the thorniest dossiers in the Euro-Mediterranean relations. And for this challenge not to become a motive for division, but one for wider collaboration between the two coasts, it is necessary that responsibility be "shared". So highlighted the Euro-Mediterranean parliamentarians of the Committee on Improving Quality of Life, Exchanges between Civil Societies and Culture of the Euro-Mediterranean Parliamentary Assembly, which convened today in Rome. "The legal measures in the destination countries cannot be enough, an integrated approach is necessary," Moroccan parliamentarian Omar Adkhil, who is deputy chairman of the culture committee, stated. "It is not only responsibility of the South, it is important that the responsibility should be shared," he added, pointing out that to identify the solutions, it is necessary to see the causes, and therefore to stake on a development and humanitarian approach, and not on a security one alone. "Illegal immigration is a true problem and more collaboration is needed", on regional and international level, Algerian parliamentarian Miloud Chorfi added, underlining the necessity to consider the roots of this phenomenon, and, above all, the underdevelopment, and also to take into account that many countries of the southern coast, like Algeria, are no longer just source countries, but they are countries of destination and transit themselves, and thus committed on the front line to opposing the phenomenon. Jordanian parliamentarian Adnan Alsawair wanted to make a positive contribution to the debate expressing himself in Italian, in order to pay homage to the country in which he lived for 23 years, as an immigrant, and to which, he owes his growth in terms of culture, trade unions and politics, as he said. (ANSAmed). 2008-02-15 16:33

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*