Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

EUROMED: A NAPOLI CONFERENZA COMMISSIONE INTERMEDITERRANEA
(ANSAmed) - ROMA, 17 SET - Le prospettive del partenariato euromediterraneo, rilanciato dal progetto per l´Unione per il Mediterraneo fortemente voluto dal presidente francese Nicolas Sarkozy, il ruolo delle regioni, le priorità nel settore dei trasporti e del turismo sostenibile. Sono alcuni dei temi al centro del dibattito della ventesima assemblea plenaria della Commissione Intermediterranea del Crpm (la Conferenza delle regioni periferiche marittime d´Europa) che si riunisce domani a Napoli. La commissione discuterà anche delle problematiche marittime e delle priorità della grandi città mediterranee. Dopo i saluti del presidente della regione Campania, Antonio Bassolino, il primo intervento del presidente della Commissione intermediterranea, Michel Vauzelle, sarà dedicato al bilancio dell´organismo, ad un anno dall´ultima riunione tenutasi a Granada.
(ANSAmed). 2008-09-17 15:28
EUROMED: ASSEMBLY OF INTERMEDITERRANEAN COMMISSION IN NAPLES
(ANSAmed) - ROME, SEPTEMBER 17 - The prospects of the Euro-Mediterranean partnership, re-launched by the project for the Union for the Mediterranean strongly desired by French President Nicolas Sarkozy, the role of the regions, the priorities in the transport and sustainable tourism sectors will be some of the issues of the debate of the 20th plenary assembly of the Intermediterranean Commission of the CRPM (Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe), to be held in Naples tomorrow. The commission will also discuss on maritime issues and the priorities of the great Mediterranean cities. After the greetings of president of the Campania region, Antonio Bassolino, the first speech of president of the Intermediterranean Commission, Michel Vauzelle, will be dedicated to the report on the body´s activity, one year after the previous meeting held in Granada. (ANSAmed). 2008-09-17 15:48



MED: BASSOLINO, NAPOLI TAPPA VERSO UNIONE DEL MEDITERRANEO
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - Nel suo intervento all'assemblea plenaria della commissione intermediterranea, il governatore della Campania, Antonio Bassolino, ha evidenziato che la decisione di tenere la riunione oggi a Napoli è ancora più importante alla luce del fatto che si tratta del primo appuntamento dopo il vertice di Parigi del 13 luglio scorso, tappa di un percorso con obiettivi già prefissati. "Il vertice di Parigi - ha ricordato Bassolino - ha lanciato il processo di Barcellona, l'Unione per il Mediterraneo, con lo scopo di costruire un avvenire di pace e di prosperità condivisa in tutta l'area". E ancora, ha aggiunto il presidente della Campania, "ha riaffermato il proprio sostegno al processo di pace israelo-palestinese in conformità con il 'processo di Annapolis'". Insomma, vi è "insieme continuità e discontinuità rispetto alla dichiarazione di Barcellona del 1995. La continuità è nel nome, la discontinuità nell'accento che è posto sulla cooperazione euromediterranea".
(ANSAmed) 2008-09-18 15:24

MED: NAPLES A STAGE TOWARDS UNION FOR MED, BASSOLINO
(ANSAmed) - NAPLES, SEPTEMBER 18 - During his speech at the plenary assembly of the Intermediterranean Commission president of the Campania Region, Antonio Bassolino, explained that the decision to hold the meeting today in Naples is much more important in view of the fact that this is the first meeting after the summit in Paris on July 13, a stage of a development with already prearranged goals. "The Paris summit launched the Barcelona process, the Union for the Mediterranean, with the objective to build a future of peace and shared prosperity all over the area," Bassolino reminded. The president of the Campania Region also said that "it reaffirmed its support to the Israeli-Palestinian peace process in compliance with the 'Annapolis process'. So, "there is always continuity and discontinuity in reference to the declaration of Barcelona of 1995. The continuity is in the name, the discontinuity in the accent which is put on the Euro-Mediterranean cooperation". (ANSAmed) 2008-09-18 16:30


MED: BASSOLINO, E' AREA GUERRE MA ANCHE SVILUPPO ECONOMICO
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - Secondo il governatore della Campania, Antonio Bassolino, il Mediterraneo "é fatto di tante cose: è anche guerra, terrorismo, crisi e conflitto. Ma è anche una grande occasione di sviluppo economico, culturale e civile". Intervenendo all'assemblea plenaria della commissione intermediterranea, oggi Napoli, Bassolino ha evidenziato che l'area euro mediterranea "é molto di più che un mercato comune. Noi vogliamo che sia un'area di stabilità e di pace, di tolleranza, di sviluppo e di democrazia". (ANSAmed).
MED: AREA OF WAR BUT ALSO OF ECONOMIC DEVELOPMENT, BASSOLINO
(ANSAmed) - NAPLES, SEPTEMBER 18 - The Mediterranean "is made of many things: it is also war, terrorism, crisis and conflict. But it is a great opportunity for economic, cultural and civil development too," according to Campaniàs governor Antonio Bassolino. Speaking at the plenary assembly of the inter-Mediterranean committee in Naples today, Bassolino pointed out that the Euro-Mediterranean area "is much more than a common market. We want it to be an area of peace and stability, of tolerance, development and democracy." (ANSAmed). 2008-09-18 15:08


MED: BASSOLINO, FONDAMENTALE RUOLO ANSAMED
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - "Nel contesto del progetto di Unione per il Mediterraneo è fondamentale il ruolo di Ansamed, nuova e importante agenzia giornalistica internazionale che si rivolge a tutta l'area del Mediterraneo, nata dalla collaborazione di 24 agenzie di informazione dei Paesi del Mediterraneo". Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, durante il suo intervento all'assemblea plenaria della Commissione Intermediterranea oggi a Napoli. "Ansamed - ha detto Bassolino - produce un'informazione orizzontale: non è un singolo Paese che illustra agli altri, dall'alto, ciò che avviene nel Mediterraneo. Ma sono i Paesi del Mediterraneo che si informano reciprocamente, che entrano in rete e che collaborano tra loro". Insomma, "un Mediterraneo che può autorappresentarsi, che può guardarsi dentro e raccontarsi. Può così cominciare a spezzarsi la dipendenza dai grandi network internazionali. Può cominciare ad interrompersi quel circolo vizioso che tende, troppo spesso, a rappresentare il Mediterraneo, in maniera unilaterale". (ANSAmed). 2008-09-18 10:52

MED: BASSOLINO, CAMPANIA HA GIA' SPERIMENTATO PARTENARIATO
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - Secondo quanto ha detto il governatore della Campania, Antonio Bassolino, oggi ai partecipanti all'assemblea plenaria della commissione intermediterranea, "la Campania ha potuto sperimentare in questi anni l'importanza delle politiche strutturali e delle occasioni di partenariato per realizzare una strategia di crescita basata sulla conoscenza, la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale, il potenziamento delle infrastrutture civili e culturali". Bassolino ha ancora ricordato che la Campania "partecipa ad importanti progetti di cooperazione in Palestina, nell'area balcanica ed in quella del Mediterraneo. Napoli è sede della Fondazione Mediterraneo che ha costruito un'estesa rete di cooperazione e dialogo, facendo vivere il valore del reciproco ascolto tra Occidente e mondo musulmano". (ANSAmed). 2008-09-18 15:32

MED: CAMPANIA ALREADY EXPERIENCED PARTNERSHIP, BASSOLINO
(ANSAmed) - NAPLES, SEPTEMBER 18 - "Campania succeeded in experimenting in the last years the importance of the structural policies and the partnerships to implement a growth strategy based on knowledge, promotion of environment and cultural heritage, strengthening of the civil and cultural infrastructure," president of the Campania Region, Antonio Bassolino, told today the participants at the plenary assembly of the Intermediterranean Commission. Bassolino also reminded that Campania "takes part in important cooperation projects in the Palestine, in the Balkan area and in the Mediterranean area. Naples is seat of the Mediterranean Foundation which has built a large network of cooperation and dialogue, reviving the value of the mutual listening between the West and the Muslim world". (ANSAmed). 2008-09-18 17:20


MED: BASSOLINO, RICONOSCERE RUOLO REGIONI IN PARTENARIATO
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - Riconoscere alle Regioni e agli enti locali un ruolo nel processo decisionale del partenariato euro mediterraneo: è la proposta che il governatore della Campania, Antonio Bassolino, ha lanciato oggi aprendo a Napoli i lavori della ventesima assemblea plenaria della commissione intermediterranea. Si tratta di dare corso, sul piano politico ed istituzionale, ha aggiunto Bassolino, alla dimensione territoriale del partenariato e favorire la partecipazione delle istituzioni territoriali nelle strutture che verrebbero create nel Mediterraneo. "La Campania - ha detto Bassolino - ha potuto sperimentare in questi anni l'importanza delle politiche strutturali e delle occasioni di partenariato".
(ANSAmed). 2008-09-18 10:39


MED: VALIANTE, TRE CONDIZIONI PER UNIONE DEL MEDITERRANEO
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - Sono tre le condizioni perché il processo messo in atto dall'Unione per il Mediterraneo abbia successo: le ha indicate il vice presidente della giunta regionale della Campania, Antonio Valiante, intervenendo ai lavori dell'assemblea plenaria della commissione intermediterranea oggi a Napoli. Si tratta di mantenere, nel corso dell'intero processo, la cotitolarità tra i soggetti coinvolti, a cominciare dalle Regioni: dall'identificazione delle opportunità alla costruzione delle iniziative e condivisa fin dall'inizio da entrambe le sponde del Mediterraneo. In secondo luogo, Valiante chiede che a tale processo siano destinate risorse adeguate alle sfide alimentari, alla promozione del dialogo tra i popoli, al disinquinamento del mare, al piano di energia solare, alla protezione civile, alla formazione superiore e ricerca, alle autostrade del mare e allo sviluppo delle imprese. Terza condizione è che si riconosca l'importanza della dimensione territoriale - regionale e locale - e che vengano perciò utilizzate la conoscenza e l'esperienza di partenariato delle Regioni e degli enti locali. (ANSAmed). 2008-09-18 15:54


MED: VALIANTE, IMPEGNO TRA REGIONI PER ATTUARE TRATTATO PARIGI
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - Secondo il vicepresidente della Giunta regionale della Campania, Antonio Valiante, assessore ai Rapporti con i Paesi del Mediterraneo "si è avviato il processo dell'Unione mediterranea, nel senso che dopo il Trattato di Barcellona, c'é quella svolta che si chiedeva sul fronte del rafforzamento dei rapporti Europa-Mediterraneo". Per Valiante, intervenuto ai lavori dell'assemblea plenaria della commissione intermediterranea "questa è una tappa operativa del percorso che si vuole instaurare; si stringe tra le Regioni del Mediterraneo una sorta di impegno a tradurre nelle azioni che portano sui territori gli impegni assunti dal Trattato di Parigi del luglio scorso e dalla successiva tappa di Marsiglia tra le Regioni del Mediterraneo". "Napoli - ha concluso Valiante - recita una parte fondamentale, un ruolo importante all'interno di questa localizzazione".
(ANSAmed). 2008-09-18 15:39

MED: COMMITMENT OF REGIONS TO ENACT PARIS TREATY, VALIANTE
(ANSAmed) - NAPLES, SEPTEMBER 18 - According to vice president of the regional council of Campania, Antonio Valiante, councillor for the relations with the Mediterranean countries, "the process of the Union for the Mediterranean has been launched, in the sense that after the Barcelona Treaty the turn which was wanted with regard to the relations Europe-Mediterranean exists." According to Valiante, who spoke at the works of the plenary session if the Intermediterranean Commission, "it is an operative stage of the process which should be built, a kind of commitment unites the regions in the Mediterranean to be introduced in the actions which bring in the territories the commitments made under the Paris Treaty from last July and of the successive stage in Marseille between the regions of the Mediterranean." "Naples plays a fundamental role, an important role within this localization," Valiante concluded. (ANSAmed).
2008-09-18 16:33

MED: VALIANTE, SERVE COOPERAZIONE ATTIVA TRA PAESI
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - In un contesto di mondializzazione che "desta nelle Regioni del Mediterraneo una grande preoccupazione per il nostro futuro", secondo il vice presidente della giunta regionale della Campania e assessore ai Rapporti con i Paesi del Mediterraneo, Antonio Valiante, "é necessario un innalzamento del livello di decisione e una politica di reale convergenza nel Mediterraneo". L'obiettivo è quello di una "cooperazione attiva tra noi Paesi del Mediterraneo, fatta di azioni e strategie comuni". Occorre puntare su "politiche di sviluppo ed azioni costruite sulle identità regionali, sui patrimoni specifici e sulle caratteristiche dei territori fondate su tradizione e cultura". In questo campo "le regioni mediterranee hanno delle enormi possibilità da giocare".
(ANSAmed). 2008-09-18 13:47

MED: ACTIVE COOPERATION AMONG COUNTRIES NECESSARY, VALIANTE
(ANSAmed) - NAPLES, SEPTEMBER 18 - In a context of globalisation, which "arouses in the Mediterranean regions a great concern over our future," according to vice president of the regional council of Campania and councillor for the relations with Mediterranean countries, Antonio Valiante, "raising the decision level and a policy of a real convergence in the Mediterranean are necessary". The goal is to arrive at an "active cooperation among us Mediterranean countries, made of actions and joint strategies". It is necessary to stake on "development policies and actions built on the regional identities, on the specific heritage and on the characteristics of the territories based on tradition and culture". In this field "the Mediterranean regions have enormous possibilities to play".
(ANSAmed). 2008-09-18 15:37


MED: VAN DER BRANDE, RAFFORZARE RUOLO ENTI LOCALI NEL MED
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - "Non si può portare avanti il progetto di Unione per il Mediterraneo senza il coinvolgimento delle collettività locali e regionali". Lo ha sottolineato Luc Van Den Brande, presidente del comitato delle Regioni, all'assemblea plenaria della Commissione Intermediterrana (Cim) in corso all'hotel Vesuvio di Napoli. "A questo proposito - ha spiegato Van Den Brande - le Regioni Mediterranee sostengono il rafforzamento delle relazioni fra il Comitato delle Regioni e le principali organizzazioni di collettività regionali e locali per mettere a profitto tutte le esperienze utili a rafforzare la dimensione territoriale del partenariato". "Un auspicio questo - ha concluso il presidente - sulla scia del primo forum degli enti regionali e locali del partenariato euromediterraneo organizzato a Marsiglia il 22-23 giugno scorso". (ANSAmed). 2008-09-18 13:14

MED: STRENGTHEN LOCAL ENTITIES' ROLE IN MED, VAN DEN BRANDE
(ANSAmed) - NAPLES, SEPTEMBER 18 - "The project for the Union for the Mediterranean cannot be advanced without the involvement of the local and regional communities," chairman of the Committee of the Regions Luc Van Den Brande highlighted at the plenary assembly of the Intermediterranean Commission (CIM) underway at Naples's Vesuvio hotel. "In this regard, the Mediterranean regions support the boosting of the relations between the Committee of the Regions and the main regional and local community organisations to turn to profit all the experience useful to strengthen the territorial dimension of the partnership," Van Den Brande explained. "A wish, this one, in the wake of the first forum of the regional and local entities of the Euro-Mediterranean partnership organised in Marseille on June 22 and 23," the chairman concluded. (ANSAmed). 2008-09-18 14:36


MED: VAUZELLE, EUROPA RAFFORZI SUO RUOLO NEL MEDITERRANEO
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - "L'Europa deve rafforzare il suo ruolo nel Mediterraneo per far fronte a questi nuovi grandi attori della scena mondiale". E' l'appello lanciato dal presidente della Commissione Intermediterranea (Cim), Michel Vauzelle, all'assemblea plenaria dell'organismo in corso a Napoli. "Viviamo in un mondo globalizzato con la concorrenza di due grandi potenze di Cina e India e l'Europa non può restare a guardare. Italia, Spagna e Francia lo hanno già compreso, ma è necessario che anche gli altri Paesi lo capiscono: l'Europa deve far sua la forza del Mediterraneo sia dal punto di vista demografico che culturale per acquisire il peso necessario per far fronte alle sfide globali", ha detto Vauzelle. Il presidente della Commissione Intermediterranea ha poi riconosciuto l'importanza della riunione nella città campana per rafforzare il dialogo euromediterraneo. "La riunione di Napoli - ha aggiunto - è senza dubbio una riunione storica. Era da tempo che le istituzioni europee e anche la Commissione Intermediterranea che io presiedo e le Regioni mediterranee volevano inquadrare questa dinamica di sviluppo e di movimento per una estensione verso il Mediterraneo. Dopo il summit di Parigi, con l'espressione della volontà politica, si è potuti avanzare ulteriormente in questo processo e si creerà finalmente quella che per ora si chiama Arlem, cioé un'assemblea delle regioni euromediterranee". (ANSAmed). 2008-09-18 12:45


MED: VAUZELLE; PROGETTO UNIONE LANCIATO, ORA PRIORITA'
(ANSAmed) - NAPOLI, 18 SET - "Il progetto di Unione per il Mediterraneo è stato lanciato, adesso bisogna pensare alle priorità da portare a termine nel più breve tempo possibile". Lo ha detto il presidente della Commissione Intermediterranea (CIM), Michel Vauzelle, durante i lavori dell'assemblea plenaria della CIM che si sono aperti questa mattina all'hotel Vesuvio di Napoli. "Dopo Granada, dobbiamo avviare una riflessione che rilanci il Mediterraneo e gettare le basi per una nuova alleanza", ha detto Vauzelle. E ha aggiunto: "Bisogna pensare ad un modello di sviluppo per ridurre il gap economico fra le Regioni del Mediterraneo". Secondo il presidente della Commissione Intermediterranea, "le Regioni devono essere associate alle istituzioni del partenariato euromediterraneo nella forma di una piattaforma permanente. Una proposta questa che si concretizzerà nella creazione, in collaborazione con il Comitato delle Regioni, dell'Arlem (Assemblea regionale e locale euromediterranea), probabilmente nella riunione dei ministri degli Esteri che si terrà a Marsiglia il prossimo novembre sotto la presidenza francese".
(ANSAmed). 2008-09-18 11:16


***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*