Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

IMMIGRAZIONE: DANIELI, MANCANO POLITICHE CONDIVISE

(ANSAmed) - ROMA, 24 MAG - Il fenomeno migratorio andrebbe fronteggiato con un quadro normativo omogeneo: e invece prevale la confusione, tra chi se lo gestisce come un problema di natura interna e chi chiede una strategia comune. Ecco perché si procede con lentezza, secondo Franco Danieli, senatore incaricato di redigere il rapporto 'Nuove tendenze e nuove sfide per le politiche euromediterranee sulle migrazioni' per la Commissione Migrazioni del Consiglio d'Europa. "Oggi il fenomeno migratorio nel bacino euromediterraneo è caratterizzato da una minore pressione dei flussi dell'area baltica e da una riduzione dei flussi dai paesi della sponda sud - ha spiegato Danieli, parlando a margine del II Forum euromediterraneo sulle migrazioni che si è concluso oggi a Roma. "C'é invece una forte pressione dai paesi dell'aera sub-sahariana". E se in questa situazione va segnalata "la presa di coscienza da parte dell'Unione europea e dei governi dei Paesi che ne fanno parte della necessità di un quadro normativo omogeneo e condiviso - ha rilevato Danieli - di fatto si sta procedendo con lentezza". Questo perché da una parte "c'é chi crede ancora che siano problemi di natura interna, e dall'altra ci sono altri, soprattutto i Paesi più esposti ai fenomeni migratori, che esprimono l'esigenza che alle loro spalle ci sia un sostegno, una strategia comune". Con il risultato che "esiste una pluralità di soggetti, ma mancano politiche omogenee e condivise". Queste politiche dovranno partire, prima di tutto da "un nuovo approccio terminologico: guardare le migrazioni non solo dal punto di vista della sicurezza e del controllo, ma come un fenomeno di mobilità e opportunità", ha osservato Danieli, che nella dichiarazione conclusiva del Forum ha anche chiesto la "definizione di un opportuno quadro normativo europeo sui fenomeni migratori" e la necessità di "più risorse economiche e di una gestione più efficace". La relazione di Danieli, che ha avuto un primo momento di formulazione nel corso dei due giorni di dibattito del Forum romano, verrà presentata a giugno alla Commissione migrazioni e ad ottobre all'assemblea plenaria del Consiglio d'Europa.(ANSAmed). Y2N 24/05/2005 17:22

 

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*