Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

ITALIA: PARTE DA OTRANTO IL SECONDO CONCERTO EUROMEDITERRANEO
(ANSAmed) - NAPOLI, 30 DIC - Dopo il grande successo della prima edizione del 'Concerto euromediterraneo per il dialogo tra le culture', organizzato nel 2005 dalla Fondazione Mediterraneo per celebrare l' 'Anno del Mediterraneo', con tappe al Cairo, Otranto, Napoli, Roma, Cosenza, Lussemburgo, Barcellona ed altre città, quest'anno parte ancora una volta da Otranto, punto più ad Oriente, la seconda edizione. Il filo conduttore di quest'anno sono i Balcani. Oltre al concerto Otranto ospiterà da domani al 15 gennaio appuntamenti culturali, incontri e spettacoli su temi di riflessione come, fra gli altri, un incontro interreligioso, un summit tra i Presidenti dei Parchi dell'Adriatico di entrambe le sponde, la presentazione del volume La Mediterranee Pittoresque. A partire dalle ore 22:30 'II Concerto euromediterraneo per il dialogo tra le culture' con il collegamento in diretta con un network di oltre 100 emittenti private disseminate su tutto il territorio nazionale e sul canale satellitare Puglia Channel. L'apertura del concerto è affidata a due gruppi nati nel Salento che annoverano al loro interno numerosi artisti di area balcanica. Sonorità interessanti che coniugano la tradizione musicale salentina con quella balcanica. E' prevista la partecipazione della popolare band dei 'Talea', da anni orientata verso la musica balcanica, che sperimenta nuovi cicli ritmici dai tempi dispari e irregolari, con ritmi iterati e ossessivi da 'trance'. A seguire gli 'Opa cupa' (leggi: 'opa tzupa') che prendono il loro nome dal grido di esortazione alla danza degli zingari del Sud-Est Europa. Un progetto musicale nato nel Salento e orientato verso la ricerca del repertorio della musica dei Balcani. Alle 23:55 saliranno sul palco di Portaterra l'Assessore Provinciale alla Cultura Sandra Antonica, il Presidente della Provincia di Lecce Sen. Giovanni Pellegrino, il Sindaco di Otranto Francesco Bruni, l'Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia Silvia Godelli,il Presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso che comporranno un saluto congiunto ispirato al dialogo ed alla solidarietà tra i popoli, un momento di riflessione sulla situazione dei Balcani a dieci anni dalla pace per poi accendere il tripode che testimonia l'arrivo della prima luce del nuovo anno in Italia e nel grande spazio euro-mediterraneo dell'Europa. La cerimonia sarà preceduta dall'iniziativa 'Luci sul mare' dove a bordo di una imbarcazione artisti, intellettuali e musicisti lasceranno in mare una lunga scia luminosa a testimonianza delle migliaia di vittime causate dall'immigrazione clandestina compiuta con l'attraversamento del canale d'Otranto. Luci che simboleggiano sogni, speranze ed anche tragedie vissute da questi uomini. Da qui in poi a parlare sarà la musica che rappresenta il vero linguaggio universale, grazie anche ad una produzione in cui l'insieme non è dato dal susseguirsi di brani reciprocamente tolleranti, ma dalla realizzazione di un prodotto comune rispettoso delle particolarità e delle specificità. Il concerto intende testimoniare che se identità, narcisismi e particolarismi falliscono, il miracolo della musica di Otranto, unendo emozione e ragione, riesce a creare il dialogo tra le culture del mediterraneo. Dopo Otranto Il 'Concerto Euromed' andrà a Napoli, Algeri, Marrakech, Lussemburgo, Lisbona ed altre città. (ANSAmed). COM-KUZ
30/12/2005 18:06

 

***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*