Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

EUROMED: CONCLUSIONI VERTICE, DA LIBERALIZZAZIONI A PACE
(ANSAmed) - LUSSEMBURGO, 31 MAG - Un calendario per le liberalizzazioni nel bacino mediterraneo, un sistema di riconoscimento comune delle qualifiche professionali e accademiche, la definizione di obiettivi condivisi in materia di pace, sicurezza, democrazia, buon governo, migrazioni. Sono alcune delle indicazioni contenute nelle conclusioni congiunte della riunione dei ministri degli esteri euro-mediterranei svoltasi ieri e oggi nel granducato. Nel primo documento finale comune prodotto dai ministri Euromed dall'avvio del Partenariato nel 1995, tutti i tre capitoli della originale dichiarazione di Barcellona (su economia, cultura e politica) sono stati rivisti diventando oggetto di proposte per il futuro. 1) ECONOMIA: LIBERALIZZAZIONI: I ministri hanno "raccomandato" l'elaborazione di un calendario per raggiungere l'obiettivo della creazione di un'area di libero scambio euro-mediterranea entro il 2010 che riguardi non soltanto i prodotti industriali, ma anche quelli agricoli, della pesca e i servizi. BANCA EURO-MEDITERRANEA: Le conclusioni ribadiscono che la possibilità di istituire una sussidiaria della Banca europea per gli investimenti (Bei) dedicata al mediterraneo, sarà verificata alla fine del 2006 sulla base dei risultati del Femip, lo strumento della Bei per il finanziamento dei paesi del Processo di Barcellona. COOPERAZIONE REGIONALE: I ministri si sono trovati d'accordo nel ritenere che gli strumenti della politica regionale europea, in collaborazione con le strutture regionali, potrebbero essere utilizzati per favorire la cooperazione Sud-Sud. Progetti-pilota in alcune regioni della sponda meridionale del Mediterraneo potrebbero essere avviati a partire dal 2007. 2) ISTRUZIONE E CULTURA: LOTTA AD ANALFABETISMO: Le conclusioni del vertice confermano la volontà dei paesi euro-mediterranei di eliminare entro il 2015 l'analfabetismo nella regione ed ogni tipo di disparità di genere nel settore dell'istruzione. QUALIFICHE: I ministri hanno auspicato la creazione di un sistema euro-mediterraneo di riconoscimento delle qualifiche accademiche e professionali con la possibilità di stabilire una qualifica universitaria mediterranea. FONDAZIONE ANNA LINDH: Riconoscendo l'importanza della nascita della nuova istituzione euro-mediterranea per il dialogo tra le culture, le conclusioni sottolineano che la fondazione potrebbe istituire una rete di scuole e università nella regione. EUROMED HERITAGE: Tra i vari programmi avviati dall'Unione europea per il partenariato, i ministri hanno sottolineato l'importanza di Euromed Heritage per la difesa e la promozione delle tradizioni comuni nel bacino mediterraneo. 3) POLITICA E SICUREZZA: PACE, DEMOCRAZIA, BUONA GOVERNANCE, MIGRAZIONI: In tutti questi campi i ministri hanno incaricato i funzionari politici e per la sicurezza del Processo di Barcellona di stabilire degli obiettivi comuni in vista delle celebrazioni del prossimo novembre per il decimo anniversario dall'avvio del partenariato. ELEZIONI: I ministri hanno auspicato l'avvio di una cooperazione e lo scambio di esperienze in materia di elezioni, "su richiesta dei paesi interessati". LOTTA CONTRO XENOFOBIA E RAZZISMO: Le conclusioni indicano il raggiungimento di un accordo per la definizione di una strategia regionale contro la xenofobia, il razzismo e l'intolleranza. (ANSAmed). RED-VS
31/05/2005 18:37


***
***
***
*

____________________________________________________

Copyright Fondazione Mediterraneo © 2018. Tutti i diritti riservati.
Cod. Fiscale 94139240637

 

*