Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*

La Rete

*
*
*

Le Sedi

*
*
*

Le Attività Svolte

*
*
*

La Maison de la Méditerranée

*
*
*
Le Attività
*
In programma
Svolte per Anno
   1994 - 2010
Svolte per Aree
   tematiche
Elenco generale
Attività delle Sedi
Pubblicazioni
 
* *
Roma 8 gennaio 2005

Accordo FLM e ANSAMed

Cooperare e utilizzare tutte le possibili sinergie per promuovere il dialogo euro-mediterraneo e la pace nella regione: questo lŽobiettivo principale dellŽaccordo sottoscritto da AnsaMed e dalla Fondazione Laboratorio Mediterraneo - Maison de la Méditerranée (Flm).

Alla cerimonia della firma, sabato, sono intervenuti tra gli altri lŽamministratore delegato dellŽAnsa Mario Rosso, il direttore Pierluigi Magnaschi, il presidente della Flm Michele Capasso, il segretario generale della Maison de la Mediterranee Walter Schwimmer, il vicepresidente dellŽassemblea parlamentare del Consiglio dŽEuropa Claudio Azzolini e il professore Predrag Matvejevic, autore del libro ŽBreviario MediterraneoŽ.

Grazie allŽintesa odierna AnsaMed, la prima agenzia giornalistica internazionale con un notiziario multilingue interamente dedicato al Mediterraneo, e la Flm hanno anche definito un programma congiunto di eventi che si svolgeranno in Italia e allŽestero nel corso del 2005 - designato Žanno del MediterraneoŽ lo scorso novembre allŽAja dai 35 ministri degli Esteri dei Paesi euro-med - per celebrare il decennale del ŽProcesso di BarcellonaŽ attraverso attività informative, culturali e scientifiche.

"Oggi celebriamo un importante matrimonio tra le nostre istituzioni - ha sottolineato Capasso - che consentirà di dare nuova forza e maggiore visibilità alle iniziative per la promozione del dialogo tra le culture che saranno portate avanti anche dalla Fondazione Ue dedicata ad Anna Lindh basata ad Alessandria dŽEgitto". Capasso ha sottolineato tra lŽaltro come AnsaMed rappresenti lŽunico strumento in grado di dare voce a quanto viene fatto in Europa e nei Paesi del Mediterraneo per favorire la conoscenza reciproca tra culture e popolazioni. Rosso ha illustrato le modalità e le finalità del progetto AnsaMed, ricordando che esso è già operativo attraverso la produzione di un notiziario quotidiano in italiano e in inglese di circa 150 notizie che presto sarà distribuito anche in arabo. "LŽinformazione - ha detto Rosso - è il prerequisito per la conoscenza reciproca, la pace e il benessere. E AnsaMed, attraverso la sua rete di partnership, è lŽunica in grado oggi di riempire il vuoto esistente dando unŽinformazione sul e per il Mediterraneo affidabile, completa e tempestiva. LŽintesa odierna con la Flm ci consente di unire le forze per fare un lavoro difficile e costoso che vuole contribuire a promuovere il cambiamento e lo sviluppo". LŽesistenza di molte possibili sinergie tra AnsaMed e Flm è stata messa in evidenza da Magnaschi, il quale ha anche ricordato che lŽAnsa ha intrapreso questa iniziativa perché "sentiva il bisogno di avere una posizione internazionale importante" e questo obiettivo, per la storia e la posizione geografica dellŽItalia, non poteva che essere perseguito nella dimensione euro-mediterranea. "AnsaMed può essere la voce di quellŽalleanza tra civilità e popolazioni che deve essere formata nel Mediterraneo", ha osservato lŽex segretario generale del Consiglio dŽEuropa Walter Schwimmer aggiungendo che lŽiniziativa dellŽAnsa "colma un vuoto informativo" contribuendo a sconfiggere incomprensioni che nascono dallŽignoranza delle specificità dei Paesi e dei popoli.


Torna indietro
***
***
***
* *