Il logo della Fondazione Mediterraneo

Condividiamo valori
Combattiamo le ineguaglianze
Costruiamo la pace

Il nostro portalevideo
 Inglese Francese Italiano 
*

Home page

*
*
*

Chi siamo

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
La Stampa
*
Comunicati
   ANSAMed-FM
Rassegna stampa
Visita la sala stampa
Arab News
* *

ISLAM: PRESENTATO A ROMA NUOVO LIBRO AMBASCIATORE BADINI

(ANSAmed) - ROMA, 24 OTT - L'occidente deve rassegnarsi al fatto che "per alcuni decenni dovrÓ combattere contro il terrorismo verde (del fondamentalismo islamico, ndr) come ha combattuto per decenni contro il terrorismo rosso di Mosca". Per questo, secondo il vice ministro degli esteri Ugo Intini, Ŕ necessario trarre qualche lezione da quella esperienza, ricordando tra l'altro l'importanza del progresso economico, la necessitÓ di non uscire dalla legalitÓ, di cercare il consenso degli alleati e di cercare di capire le ragioni dell'altro. L'occasione per tornare sulla questione del dialogo tra Occidente e mondo islamico Ŕ stata la presentazione ieri sera a Roma del nuovo libro dell'ambasciatore italiano al Cairo Antonio Badini, 'Lineamenti per un rinnovato dialogo fra le culture' (Fondazione Mediterraneo), che propone l'idea di partire da valori condivisi come presupposto per il dialogo tra le due sponde del Mediterraneo. "Bisogna creare con questi paesi un partenariato speciale", ha sottolineato il vice ministro Intini, che ha anche parlato della crescita, non solo nel mondo arabo, di fenomeni di fondamentalismo: "Uno spirito laico - ha aggiunto - Ŕ un grande antidoto agli opposti fondamentalismi che portano alla guerra di civiltÓ ". "I valori condivisi sono valori universali", ha detto Umberto Ranieri, presidente della Commissione Affari esteri della Camera, aggiungendo che "l'incubo del terrorismo si combatte non solo con la forza, ma anche sottraendo consenso a chi vuole alimentare la violenza", e questo si fa indicando una prospettiva di libertÓ, consentendo il rispetto delle opinioni e la crescita della democrazia. "Questa situazione di tensione ci sta pesando enormemente, sul nostro bilancio, sulla nostra vita e sul nostro pensiero", ha spiegato l'ambasciatore Badini, che invita tutti a "recuperare la nostra azione e concorrere per invertire questa tendenza", sottolineando il ruolo fondamentale della cultura. Alla presentazione del libro hanno partecipato anche il presidente dell'Ansa Boris Biancheri, il direttore di Limes Lucio Caracciolo, lo scrittore bosniaco Predrag Matvejevic e il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso. Il volume, che Ŕ stato pubblicato in italiano, arabo e inglese, costituisce il programma d'azione per la nuova fase della Fondazione Mediterraneo, nata quattordici anni fa e di cui fanno parte studiosi, diplomatici, politici e intellettuali.(ANSAmed). 2006-10-24

***
***
***
* *